Category Archive food

La Carne Migliore sulla Vostra Tavola

Portare in tavola un secondo piatto di carne può sembrare impresa semplice, ma in realtà per scegliere bene occorre prestare attenzione alla scelta del giusto taglio, diversamente si incapperà in errori che rischiano di compromettere l’intera riuscita del piatto. Bastano piccoli accorgimenti per trasformare la scelta della carne dal proprio macellaio di fiducia in un rituale per veri intenditori.

La prima considerazione da tenere presente è che la qualità della carne bovina dipende da numerosi fattori, tra cui la distribuzione del grasso.

Ad esempio, in un taglio di prima qualità, il grasso dovrà essere abbondante, di colore bianco-rosato, e infiltrato il più possibile nelle fibre muscolari così da dare un effetto quasi marmorizzato. Per cui sarà preferibile evitare tagli di scarsa qualità in cui la carne dimostra un colore scuro e compatto, e che presenta pochi accumuli di grasso di colore bianco-giallastro.

E’ bene sapere che la carne bovina giunge dal macellaio suddivisa in quarti. I due quarti anteriori e i due posteriori vengono poi ulteriormente suddivisi in tagli che, in base a sapore, caratteristiche organolettiche e aspetto, avranno differenti valori commerciali. I tagli si organizzano in tagli di prima, seconda e terza scelta.

I tagli di prima scelta sono i più ricercati, riguardano le zone della coscia e della regione lombare dell’ animale, e sono i seguenti :

  • Filetto, taglio molto pregiato, tra i più costosi per la sua carne tenera, magra e priva di nervi.
  • Roast-beef o controfiletto: taglio magro, avvolto da una sottile striscia di grasso.

  • Fesa: conosciuto anche come rosa o punta d’anca, è un taglio piuttosto magro.

  • Noce: taglio di forma sferica ricavato dalla coscia. Molto pregiato se di vitello.

  • Scamone: taglio di buona qualità che si presta a sostituire anche tagli più pregiati nella preparazione di arrosti e bistecche.

  • Girello: detto anche magatello, è un taglio pregiato, magro e privo di nervi.

Macelleria ad Aversa presso il supermercato Linea Blu Superstore fornisce carne selezionata e di ottima qualità proveniente da allevamenti controllati la cui storia è garantita dal sistema di etichettatura e tracciabilità.

Nel reparto macelleria troverete personale gentile e cortese che sarà lieto di ascoltare ed assecondare le vostre richieste consigliandovi e proponendovi i tagli migliori per le vostre esigenze.

L’aceto balsamico di Modena più prelibato

L’aceto balsamico è cresciuto in popolarità grazie, secondo alcuni, agli chef creativi nei ristoranti di lusso o al crescente interesse e disponibilità di cibi internazionali. Il sapore ricco e leggermente dolce, dell’aceto balsamico si presta prontamente a condimenti per insalate, marinate gourmet e salse. Un trattino può anche aggiungere sapore a una zuppa o uno stufato. Esalta la dolcezza della frutta fresca come lamponi, fragole e pesche.

Il suo sapore e la complessa fragranza sono esaltati sul cugino dell’aceto, l’aceto di vino rosso, così come l’aceto di vino rosso è considerato più saporito dell’aceto bianco. Prima di approfondire una miriade di ricette usando l’aceto balsamico, impara un po’ di più su di esso e su come usarlo.

Come viene prodotto l’aceto balsamico? Già 900 anni fa, i viticoltori della regione modenese del nord Italia producevano aceto balsamico, che veniva preso come tonico e conferito in segno di favore a coloro che erano importanti. Sebbene sia considerato un aceto di vino, non è affatto un aceto di vino. Non è fatto con il vino, ma con la pigiatura dell’uva che non è mai stata autorizzata a fermentare nel vino.

La pigiatura del Trebbiano bianco dolce viene fatta bollire fino a ottenere uno sciroppo scuro e poi fatta invecchiare sotto rigide restrizioni. Lo sciroppo viene posto in fusti di quercia, insieme a una “madre” di aceto e inizia il processo di invecchiamento. Per essere qualificato come aceto balsamico, è necessario che invecchi per 12 anni in legno. Nel corso degli anni, il liquido si trasforma in fusti sempre più piccoli in castagno, ciliegio, frassino, gelso e ginepro fino a quando non è pronto per la vendita. Tutti questi legni aggiungono progressivamente carattere all’aceto. Invecchiando, l’umidità evapora, addensando ulteriormente l’aceto e concentrando il sapore.

Alcuni tipi di aceto balsamico sono stati invecchiati per oltre 100 anni. È questo processo di invecchiamento che rende il vero aceto balsamico di Modena così costoso. Fortunatamente oggi puoi trovar le offerte migliori ai prezzi più convenienti sul sito dell’azienda Mazzetti qui https://www.mazzettioriginale.it/it/aceto-balsamico-di-modena-igp: l’Aceto Balsamico di Modena Mazzetti l’Originale viene prodotto secondo il rigoroso disciplinare I.G.P (Indicazione geografica protetta) dell’Unione Europea che tutela il prodotto dal Giugno del 2009. Oggi, il prodotto originale è l’unico che può vantare la denominazione aceto balsamico di Modena, ed è riconoscibile tramite il logo IGP dell’Unione Europea presente sulle bottiglie.

 

Frutta e verdura fresca direttamente a casa tua

Frutta, verdura, legumi, spezie, frutta secca: cambia il tuo modo di fare la spesa, unendo la qualità alla comodità. Con Orto Pronto la tua frutta e verdura fresca arrivano direttamente a casa tua: il servizio nasce in Veneto nel 1919 per arrivare oggi a servire tutta Italia.

Orto Pronto è davvero facile da utilizzare: visitate il sito – di cui vi lascio il link, e scegliete i prodotti che vi occorrono. Tutti gli articoli sono divisi in categorie per aiutarvi nella scelta e potrete anche approfittare di offerte esclusive o ordinare direttamente delle ceste complete, perfette per le famiglie numerose. Orto Pronto predilige i prodotti made in Italy, per garantirti sempre il meglio. Gli ordini vi verranno recapitati entro 24, massimo 48 ore direttamente al vostro domicilio con un corriere refrigerato, oppure potete passare voi a ritirarli presso la sede di Orto Pronto a Monselice, in provincia di Padova.

Orto Pronto vi garantisce prodotti attentamente selezionati dai loro collaboratori che vantano una grande esperienza nel settore ortofrutticolo, tutta la frutta e la verdura viaggiano a temperatura controllata fino a casa vostra, per assicurarvi la freschezza di ogni articolo scelto; e potete fare la spesa senza nessun vincolo o abbonamento.

L’e-commerce nasce per festeggiare il centesimo anno di attività, dimostrando come un’azienda a conduzione familiare possa diventare il punto di riferimento per milioni di italiani se si ha il giusto occhio verso il futuro. Genuinità e qualità sono ciò che Alberto Rocca & Co. vogliono portare in tutte le vostre case, facendovi riscoprire i sapori veri delle nostra terra.

Il capostipite della famiglia Rocca ha iniziato 100 anni fa la vendita di prodotti ortofrutticoli del Veneto nei territori limitrofi, facendo crescere l’azienda. Grazie al cambio generazionale sono arrivate nuove innovazioni che hanno portato Orto Pronto alla vendita di una più ampia gamma di frutta e verdura per portare nella tavola di ogni italiano i sapori di una volta.

Ricette di baccalà, ecco le migliori per te

Ricette di baccalà, quali sono quelle migliori? Il baccalà (ovvero merluzzo sotto sale) si presta a essere cucinato in tanti modi diversi, tra antipasti, primi o secondi piatti facili, veloci da preparare ma anche gustosi e genuini. Sono moltissime le ricette veloci con il baccalà pensate per valorizzarne il sapore ma, allo stesso tempo, giocare con la creatività per dar forma a una serie di pietanze che lascino a bocca aperta i vostri ospiti.

Nei giorni di festa (in particolare a Natale), quando in tutte le case i piatti di pesce non possono mai mancare, oppure in occasione di un pranzo domenicale in famiglia, di una cena romantica o semplicemente se avete voglia di gustare, durante la pausa dal lavoro, un pranzo veloce ma buono, le ricette con il baccalà sono l’ideale: al contrario di quello che si pensa, sono facili e veloci da preparare.

L’utilizzo di baccalà precotto o già ammollato è sicuramente un elemento che può semplificare e velocizzare il processo: non richiede preparazioni particolarmente elaborate o cotture prolungate e permette di cucinare il baccalà garantendo la massima qualità del piatto a base di merluzzo (da cui deriva il baccalà). In altre parole, anche preparando ricette veloci a base di baccalà, il suo gusto originale non sarà modificato e anzi sarà ampiamente valorizzato.

Un esempio di ricetta prelibata? Ad esempio il baccalà mantecato. Come si prepara? Cuoci la polpa di stoccafisso in acqua salata per dieci minuti dal bollore. Nel frattempo scalda gli olii, in microonde o a bagnomaria, raggiungendo la temperatura del contenuto della busta (60 °C).

Scolare lo stoccafisso, conservando un bicchiere dell’acqua di cottura e comincia a sbattere la polpa con l’attrezzatura in tuo possesso (meglio una planetaria con spatola a “arpa”, ma va bene anche un cutter, una frusta, un frullatore a immersione o anche a mano con mestolo di legno). Continua a sbattere aggiungendo il sale e gli oli a filo poco a poco. Alla fine aggiungi l’acqua messa in precedenza da parte e mescola fino a ottenere una buona consistenza.